Regolamento per i rimborsi spesa della Pro Loco San Martino Valle Caudina APS

Regolamento per i rimborsi spesa della Pro Loco San Martino Valle Caudina APS

(Ai sensi degli artt. 8.2 g e 9.7 dello Statuto Pro Loco San Martino Valle Caudina APS

 

La Pro Loco San Martino Valle Caudina APS, in conformità a quanto previsto dall’art. 17, commi 3 e 4, del D. Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 (d’ora in poi “ Codice del Terzo Settore), al fine di rendere attuabile il rimborso delle spese effettivamente sostenute dai propri volontari per lo svolgimento dell’attività effettuata, stabilisce con il presente regolamento i criteri e i limiti cui fare riferimento.

Il presente regolamento ha valenza per i volontari che prestano la loro attività in modo personale, spontaneo e gratuito, presso la Pro Loco San Martino Valle Caudina APS nello svolgimento dei compiti statutari ad essa assegnati come previsto dallo Statuto della Pro Loco San Martino Valle Caudina APS.

Il presente regolamento ha la seguente articolazione.

 

Formazione, progettazione, direzione, crescita culturale

Le spese inerenti la formazione, la progettazione, la crescita culturale e l’aggiornamento dei volontari più in generale (corsi, conferenze, convegni, seminari, stampa) sono a carico dell’associazione.

I costi attinenti alle spese per la consumazione del pasto durante le riunioni degli organismi sono a carico della Pro Loco San Martino Valle Caudina APS.

 

SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE

(Art. 17, comma 3, D. Lgs. N. 117/2017) - MOD.  B

Al fine di procedere al rimborso delle suddette spese, ciascuna spesa deve presentare le seguenti caratteristiche:

  1. La spesa deve essere effettivamente sostenuta;
  2. La spesa deve essere debitamente documentata, così da comprovarne l’esistenza, allegando il documento relativo (fattura, ricevuta, scontrino, );
  3. La spesa deve essere contenuta entro i limiti stabiliti dalla presente delibera:
  4. nel limite di Euro 10,00 giornalieri, ovvero nel limite di Euro 150,00

 

SPESE DI MISSIONE MOD. A E A1

Rimborso chilometrico e della spesa per il parcheggio

Nel caso in cui per lo svolgimento delle attività istituzionali dell’Associazione, e tramite autorizzazione da parte dell’Associazione medesima, il volontario utilizzi il proprio mezzo di trasporto, viene stabilito un rimborso pari ad Euro € 0,50 per ciascun chilometro percorso.

Per quanto concerne le spese di parcheggio e di autostrada, il rimborso del relativo costo avviene previa presentazione del documento comprovante la spesa di quel giorno.

 

Mezzi di trasporto pubblico

Nel caso in cui, per lo svolgimento delle attività dell’Associazione, il volontario si avvalga dei mezzi di trasporto pubblico (autobus, metropolitana, taxi, ecc..), il rimborso del costo dell’abbonamento al servizio pubblico avviene nella misura ottenuta rapportando il numero dei giorni in cui la persona è impegnata nelle attività di volontariato sul totale complessivo dei giorni di abbonamento (mensile/annuale/altro); mentre, nel caso dei biglietti/ricevute relativi all’utilizzo del mezzo pubblico, è rimborsabile l’intero costo.

 

Altre spese documentate

Possono essere rimborsate altre eventuali spese diverse dalle precedenti purché le stesse siano state effettivamente sostenute dal volontario per l’esecuzione delle attività, e risultino debitamente documentate e autorizzate.

 

Spese sostenute nell’ambito di una missione e trasferta

Per missione e trasferta si intende lo spostamento al di fuori del Comune di San Martino Valle Caudina (AV).

Tutte le spese collegate ad esse devono essere autorizzate dall’Associazione e mediante la presentazione della documentazione comprovante allegata ad apposito modulo relativo ad ogni singola trasferta.

 

Spese di viaggio, di vitto e alloggio

Nell’ambito della trasferta si distingue tra:

Spese di viaggio: in tale caso si rende necessario distinguere le due seguenti fattispecie:

  • Se si utilizza un mezzo pubblico (treno, aereo, autobus, taxi, ecc.), è rimborsato il costo del biglietto ( per il treno, in misura pari alla tariffa prevista per la seconda classe; per l’aereo, in misura pari alla tariffa prevista per la classe economica), previa presentazione della documentazione comprovante la spesa;
  • Se si utilizza il proprio mezzo di trasporto, è riconosciuto un rimborso chilometrico pari ad Euro € 0,50 per ciascun chilometro percorso. E’ riconosciuto anche il rimborso del parcheggio e del pedaggio autostradale, previa presentazione della documentazione comprovante la spesa;

Spese di vitto: per la consumazione di un pasto viene rimborsato l’ammontare massimo di Euro 30,00.

Nel caso di due pasti, qualora la trasferta si protragga per più di un giorno, l’ammontare massimo rimborsabile sarà pari ad Euro 50,00. In ogni caso il rimborso avviene previa presentazione della documentazione comprovante la spesa.

Spese di alloggio: nel caso in cui la trasferta si protragga per più di un giorno, è ammesso il rimborso delle spese di pernottamento nella misura pari al costo di un albergo di non più di tre stelle ( o quattro stelle in presenza di tariffe agevolate), sempre previa presentazione della documentazione comprovante la spesa.

Altre spese documentate

Nel caso che i volontari debbano consumare il pasto fuori dalla loro abitazione in conseguenza del proseguo dell’attività di volontariato anche il pomeriggio, l’Associazione contribuirà con una cifra massima pari a 10,00 € della spesa per ogni pasto consumato. Il rimborso sarà effettuato purché  le stesse siano state effettivamente sostenute dal volontario per l’esecuzione delle attività, e risultino debitamente documentate e autorizzate.

 

SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE OGGETTO DI AUTOCERTIFICAZIONE DA PARTE DEL VOLONTARIO

(Art.17 comma 4, D.Lgs.n.117/2017)   MOD. C

Le seguenti tipologie di spese:

  1. vitto (colazione/bar/ristorante);
  2. spostamenti; (utilizzo del mezzo pubblico, utilizzo del mezzo privato in ambito comunale auto o ciclomotore)
  3. spese per il decoro personale;
  4. altre tipologie di spesa purché autorizzate;
  5. spese relative alle attività svolte dalla Pro Loco San Martino Valle Caudina APS, previste dallo Statuto vigente e in coerenza con quelle di cui all’Art.5 del D.Lgs. n. 117/2017 possono essere rimborsate:
    1. nel limite di Euro 10,00 giornalieri, ovvero nel limite di Euro 150,00 mensili;

Tali spese saranno rimborsate a condizione che la spesa sia autocertificata dal volontario che l’ha sostenuta, mediante dichiarazione sostitutiva redatta ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, che attesti la natura della spesa e il sostenimento della stessa per l’esecuzione di attività svolte in conformità alle finalità istituzionali dell’Associazione.

  1. C) MODALITÀ E TERMINI DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI E DEI MODELLI

 

I documenti comprovanti le spese, i modelli di riepilogo di rimborso delle spese e le autocertificazioni dei volontari, devono essere conservati in raccoglitori distinti per anno, in ordine cronologico, all’interno dei documenti contabili della Pro Loco San Martino Valle Caudina APS.

I modelli di riepilogo delle spese devono essere numerati in ordine progressivo con riferimento anche all’anno (es. n.1/2020, 2/2020, ecc.) e la numerazione deve ricominciare da capo ogni anno. Analogamente le autocertificazioni di cui all’art. 17, comma 4, del D.Lgs. n. 117/2017, vanno numerate al momento che il volontario le consegna per ottenere il rimborso in modo progressivo con riferimento anche all’anno e la numerazione deve ricominciare da capo ogni anno. Devono essere altresì conservati i documenti comprovanti le spese autocertificate, in caso di rimborso di spese documentato ai sensi dell’art. 17, comma 3, del D. Lgs. N. 117/2017. Tutti i documenti devono essere conservati, in attesa dell’approvazione dei decreti e di una migliore definizione normativa.

Al presente Regolamento si allega la modulistica con i contenuti minimi da utilizzare e da riportare su carta intestata della PRO LOCO SAN MARTINO VALLE CAUDINA APS.

 

Modulistica    

A         Richiesta rimborso spese di missione e trasferta

A1       Autorizzazione preventiva alla missione           

B         Richiesta rimborso spese documentate 

C         Richiesta rimborso spese autocertificate

Le presenti disposizioni si applicano a partire dal 01/01/2021